Immagini in movimento sul confine fra arte e documento

13/04/2010
Invia
  ::   playlist   ::   Commenti   ::  



Elogio della Semplicità. Un carattere dell'arte contemporanea


Elogio della Semplicità. Un carattere dell'arte contemporanea
Fondazione Stelline, Corso Magenta, 61 Milano. Dal 24/3/10 al 20/6/10

"L'impostazione della mostra non è cronologica ma è anzi giocata sul confronto di artisti di diverse generazioni" spiega il curatore Giorgio Verzotti.
Il percorso espositivo inizia da Alberto Burri e Lucio Fontana e propone circa 50 opere di autori delle principali neoavanguardie internazionali arrivando fino a Luca Trevisani o Alice Cattaneo, per evidenziare come la semplicità sia una caratteristica che si riscontra nell'arte dal dopoguerra ad oggi.
La nettezza nelle parole degli artisti e nelle opere che si susseguono: installazioni e sculture nel giardino, dipinti e video negli spazi interni, sono un invito a intuire ciò che è semplice ma non scontato; essenziale, minimale, quindi non facile.
Semplice in questo caso è un aggettivo, quasi una provocazione, che aggiunge fascino e profondità a materiali poveri o situazioni quotidiane.

Videoproduzione UnDo.Net. Regia e montaggio Domenico Palma Durata: 11'58''

Se hai trovato utile questo videofocus per scrivere a proposito della mostra o temi collegati, ti invitiamo a citare la fonte UnDo.Net/eventinvideo
  Share