Diverse sedi
Asolo (TV)
LINEA DIRETTA
Asolo Film Festival
dal 24/9/2007 al 29/9/2007
0423 1995235
WEB - EMAIL
Segnalato da

AsoloInternationalArtFestival




 
Invia
 ::  playlist  ::  calendario eventi




24/9/2007

Asolo Film Festival

Diverse sedi, Asolo (TV)

Festival Internazionale del film sull'arte e biografie d'artista. Ad arricchire le tradizionali proiezioni e' la seconda edizione del FestivalFuori, che comprende cinema d'autore, performance, incontri ed esposizioni d'arte nel centro storico della citta'. Si segnala in particolare 'Omaggio a Giuseppe Chiari' - con opere dell'artista da poco scomparso - e gli esperimenti di Massimo Tantardini.


comunicato stampa

Festival + FestivalFuori

FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL FILM SULL’ARTE E BIOGRAFIE D’ARTISTA

Dal 24 al 29 settembre 2007 ad Asolo (TV) si terrà la XXVI edizione dell’AsoloArtFilmFestival.
Sulle 508 opere pervenute da 39 Paesi la commissione, presieduta dal regista e sceneggiatore Luciano Zaccaria, ha selezionato 55 film suddivisi per le cinque categorie in concorso (Film sull’arte, Biografie d’artista, Video Arte e Computer Art, Film sperimentali prodotti da Scuole di cinema, Architettura e Design).
La giuria del Festival, è composta da Francis Bissong, Mario Brenta, Toni Jop, Mark mcIlrath, Guglielmo Monti e Luciano Zaccaria.
Ad arricchire le proiezioni ci sarà la Seconda edizione del FestivalFuori, che comprende cinema d’autore, performance, incontri ed esposizioni d’arte nel centro storico di Asolo.

Le mostre degli artisti contemporanei:

Architetto del ferro di Giovanni Casellato – 21-29 settembre centro storico – presentazione evento domenica 23 settembre ore 19.00.
Omaggio a Giuseppe Chiari con Opere dell’artista da poco scomparso – sabato 22 settembre ore 18.00 alla Torre della Reata e al Teatro E. Duse.
Dna e poesia visiva: esperimenti di Massimo Tantardini – sabato 22 settembre ore 18.30 – Spazi espositivi via Regina Corsaro.
Le rouge et le feu di Bernard Aubertin – vernissage sabato 22 settembre ore 19.00 al Paradiso, via Calcagnana.
Fragili di Giuseppe Papagni – vernissage lunedì 24 settembre ore 19.00 alla Chiesa ex convento dei SS. Pietro e Paolo.

Eventi speciali:

Avanguardia lettrista: cortometraggi – giovedì 27 settembre ore 18.00 Teatro E. Duse. Introduce Broutin, uno dei principali esponenti del movimento lettrista.
Carmen – Madame Butterfly – Tristan und Isolde, Performance di Ben Patterson – venerdì 28 settembre ore 18.30 Teatro E. Duse.
Omaggio al regista Toni de Gregorio, scomparso l’anno scorso e autore di numerosi film sull’arte, con la proiezione di La Bici di Arturo – sabato 29 settembre ore 16.00 Teatro E. Duse.
Il vento fa il suo giro del regista bolognese Giorgio Diritti, che ha partecipato a 31 Festival internazionali vincendo 14 premi – sabato 29 settembre ore 17.00 Teatro E. Duse.

Ritorna lo SpritzArt, incontri con il pubblico al Caffè Centrale, condotto da Toni Jop, caporedattore Cultura de l’Unità.

I Premi:

Premio Speciale AsoloArtFilmFestival Arte e Cultura al regista Mario Monicelli e a Dino De Poli, diffusore di cultura – lunedì 24 settembre ore 21.00 Teatro E. Duse.
Premio alla Carriera Flavia Paulon a Marco Müller, Direttore della Biennale Cinema, e a Renato Nicolini, ideatore nel1977 dell’Estate romana della quale ricorre quest’anno il trentesimo anniversario – sabato 29 settembre ore 21.00 Teatro E. Duse.

Sabato 22 settembre una serie di mostre d’arte contemporanea apre il FestivalFuori, il contenitore di eventi collaterali di AsoloArtFilmFestival, nella sua 26ma edizione, per la seconda volta dopo il successo dello scorso anno.
L’incantevole borgo medievale di Asolo diventa sede del contemporaneo ospitando le opere di giovani artisti e di personalità riconosciute a livello internazionale, nei luoghi storici della città. Si anima di incontri, performance e installazioni che toccano i sensi del visitatore incuriosito.

Sabato 22 settembre alle ore 18.00 si inaugura Omaggio a Giuseppe Chiari – Opere, negli spazi della Torre della Reata del Castello Cornaro e del Teatro Eleonora Duse.
È la prima esposizione dedicata all’artista e musicista dopo la sua recente scomparsa. Giuseppe Chiari è il fondatore nel 1961 della Vita Musicale Contemporanea a Firenze, è tra i primissimi di Fluxus e fa parte nel 1964 del fiorentino Gruppo 70, contribuendo alla nascita della poesia visiva.
La sua ricerca artistica si concentra sulle sperimentazioni della musica e della scrittura, utilizzando acqua, capelli, pianoforti, sassi, il violoncello e la carta per suonare, e sfornando testi che sono diventati “pezzi di culto” per le neo-avanguardie. Le sue opere e performance sono state proposte nei più grandi musei ed esposizioni internazionali d’arte contemporanea al mondo, tra cui la Biennale di Venezia, Documenta di Kassel e il MoMA di New York

Sabato 22 settembre alle ore 18.30 si inaugura Dna e poesia visiva: esperimenti di Massimo Tantardini negli Spazi espositivi di via Regina Cornaro.
La mostra espone i lavori dell’artista che dal 1997 attua una ricerca, tramite la fotografia, sul rapporto fra “corpo+memoria e DNA”, analizzando in modo rigoroso la memoria nella dialettica “scienza-esperienza”, sperimentando l’unione tra l’immagine, la parola (il verso) e l’azione teatrale, operando sui significanti. In questa dimensione hanno trovato forma gli esperimenti sul DNA e la poesia visiva.

Sabato 22 settembre alle ore 19.00 si inaugura Le rouge et le feu di Bernard Aubertin all’“ex albergo Paradiso” in via Calcagnana.
L’artista francese è stato allievo di Yves Klein e fondatore del Gruppo Zero di Düsseldorf. La mostra è rappresentativa dei tableaux-feau di Aubertin, i dipinti rosso monocromo che privilegiano la dimensione sensoriale e sono “volontariamente concepiti per il pubblico” . Scrive Aubertin: “dipingere in rosso è una necessità assoluta, il rosso è il simbolo dell'energia vitale. Tutta la concezione tradizionale del quadro (composizione, contrasto delle superfici colorate, forme) e' rimpiazzata dall'ossessione lirica di un colore unico”.

Domenica 23 settembre alle ore 19.00 si inaugura Architetto del ferro di Giovanni Cesellato, Piazza Asolo.
Il centro storico di Asolo si arricchisce delle sei installazioni del giovane architetto e designer, che rimarranno stabili per tutta la durata del festival, in una integrazione-fusione di materiali, forme e spazio, che si toccano, si sentono e si vivono.

Giovanni Casellato propone un nucleo espositivo composto da sculture in ferro ossidato, materiale che predilige, armonicamente modellato attraverso curvature, pieghe e inflessioni, nella continua ricerca di linee e finiture quali elementi da valorizzare nei loro aspetti più naturali. Con vari processi di ossidazione, o grazie ad interventi di smerigliatura, forme e intrecci visivi creati con perizia colpiscono lo spettatore avvolgendolo in un equilibrio teso e potente attraverso dimensioni, colori e sfumature.

Lunedì 24 settembre alle ore 19 si inaugura Fragili di Giuseppe Papagni, Chiesa ex-convento dei SS. Pietro e Paolo.
L’artista, nato nel 1940, è uno scultore non tradizionale. I suoi lavori sono segni materializzati, forme dipinte tridimensionali sottratte alla superficie piana del quadro e collocate nello spazio fisico. Deriva dalla sua familiarità con il mare la capacità di dare forma alla leggerezza e all’impalpabilità (come lieve e impalpabile è l’acqua). Ed è per la stessa ragione che usa materiali fragili, o quando non lo sono come la pietra, creano composizioni in cui la fragilità è il connotato primario.

Diverse sedi
Asolo (TV)

  Share
IN ARCHIVIO [14]
Endless
dal 26/5/2012 al 27/5/2012

Attiva la tua LINEA DIRETTA con questa sede