Villa Remmert
Cirie' (TO)
Via Rosmini 3
011 9222396
EMAIL - LINEA DIRETTA
Artisti, parole, immagini dal 1960 al 1968
dal 18/3/2007 al 22/7/2007
giove - dom dalle 15 alle 21
011 3797600
EMAIL
Segnalato da

Ufficio stampa Fondazione Sandretto Re Rebaudengo



 
Invia
 ::  playlist  ::  calendario eventi




18/3/2007

Artisti, parole, immagini dal 1960 al 1968

Villa Remmert, Cirie' (TO)

Prosegue la rassegna 'Appunti. Arte contemporanea dal dopoguerra alla fine del XX secolo' a cura della Fondazione Sandretto Re Rebaudengo. La seconda esposizione del ciclo intende ricostruire gli anni 60 attraverso le opere di 20 artisti: pittura, scultura e fotografia. Per contestualizzare il periodo la mostra comprende documenti sugli autori, una cronologia generale con i principali avvenimenti del decennio, musica e film.


comunicato stampa

Collettiva

A Villa Remmert prosegue la rassegna di avvicinamento all’arte contemporanea “Appunti. Arte contemporanea dal dopoguerra alla fine del XX secolo”, a cura della Fondazione Sandretto Re Rebaudengo.
Dopo gli anni ’50, la seconda esposizione del ciclo, che apre il 18 marzo e chiude il 22 luglio, affronta il decennio successivo, tentando di ricostruirlo attraverso alcune opere che hanno cambiato il linguaggio figurativo di quegli anni.

“Artisti, parole, immagini dal 1960 al 1968” è presentata attraverso le opere di venti artisti: le sculture di Arman, Enrico Baj, Yves Klein, Sol Le Witt, Bruno Munari, Louise Nevelson e Daniel Spoerri, le opere pittoriche di Enrico Castellani, Joseph Kosuth, Piero Manzoni, Mimmo Rotella, Mario Schifano, Ben Vautier e Andy Warhol. Le fotografie di Ugo Mulas e Gianfranco Gorgoni e i film di Andy Warhol e del gruppo Fluxus che scandiscono il percorso espositivo, contribuiscono al racconto dell’epoca e testimoniano un rapporto del tutto nuovo tra l’opera d’arte e la sua documentazione. Il percorso si chiude con una scultura di Alighiero Boetti e con le opere pittoriche di Giulio Paolini e di Michelangelo Pistoletto, che prefigurano gli sviluppi del decennio successivo.

“A Villa Remmert la Fondazione Sandretto Re Rebaudengo intende proporre una ricostruzione della produzione artistica contemporanea, quella già storicizzata”, dichiara Patrizia Sandretto Re Rebaudengo. “Solo con uno sguardo al passato è possibile affrontare il panorama artistico presente e immaginarne il futuro. L’arte dei nostri giorni è infatti il risultato di un’evoluzione che ha preso la forma dei contesti storici che si sono susseguiti, molto spesso diventandone lo specchio.”

Come per la prima mostra, le opere pittoriche e le sculture appaiono al visitatore circondati dalle parole degli artisti, dalle fotografie che li riprendono intenti al lavoro o ritratti accanto alle opere. Per contestualizzare il periodo, il percorso di mostra è arricchito dalle schede dedicate alle opere, agli autori, e una cronologia generale che ricostruisce i principali avvenimenti del decennio (in tema di attualità, società, scienza e cultura) ma anche musica e film documentari.

I visitatori possono ritirare dai distributori posti nelle sale espositive schede informative per approfondire la conoscenza sull’artista e sul movimento artistico. Nelle sale sono a disposizione del pubblico i mediatori, giovani laureati in discipline artistiche, formati dalla Fondazione per instaurare un dialogo coi visitatori che desiderino confrontarsi sulle opere e il lavoro degli artisti.

Il carattere divulgativo dell’esposizione, fondato su un’attenta ricerca delle opere e delle fonti, è arricchito da un ciclo di quattro lezioni. Pensate come momenti di approfondimento e di incontro con il pubblico, le lezioni, ospitate in un’apposita sala della Villa, ricostruiscono, attraverso immagini e letture, il clima artistico e culturale degli anni Sessanta. Tenute da storici dell’arte e della letteratura, le lezioni sono intese come parte integrante della mostra e si susseguono per l’intero ciclo espositivo, fornendo così al pubblico l’occasione per partecipare a un itinerario di conoscenza che lo accompagna gradualmente sino alle ricerche artistiche più attuali.

Contemporaneamente vengono anche realizzati laboratori per i più piccoli con percorsi ed attività manuali.

Inaugurazione Domenica 18 marzo, dalle 11 alle 13

Villa Remmert
Via Rosmini, 1 - Ciriè (TO)
Orario: dal giovedì alla domenica, dalle 15 alle 21
Ingresso: intero 4 euro, ridotto 2 euro

  Share
IN ARCHIVIO [11]
E20 di cambiamneto
dal 17/4/2009 al 31/5/2009

Attiva la tua LINEA DIRETTA con questa sede