Palazzo degli Scolopi
Urbino (PU)
Piazza della Repubblica
LINEA DIRETTA
Papa Albani e le arti
dal 19/6/2001 al 30/9/2001
EMAIL
Segnalato da

Iole Siena




 
Invia
 ::  playlist  ::  calendario eventi




19/6/2001

Papa Albani e le arti

Palazzo degli Scolopi, Urbino (PU)

La citta' di Urbino rende omaggio ad uno dei suoi figli piu' illustri. Questa volta non si tratta di un grande artista, ne' di un condottiero e statista, ma di un pontefice che, grazie ad un lungo pontificato durato un ventennio, ha inciso in maniera significativa non solo nella storia della Chiesa ma anche sulle arti, sulla cultura e sulla vita sociale del tempo.


comunicato stampa


La vastissima committenza artistica romana degli Albani non potendo trovare qui piena documentazione, anche per le notevoli dimensioni delle opere stesse, viene presentata a La città di Urbino rende omaggio ad uno dei suoi figli più illustri.

Questa volta non si tratta di un grande artista come Raffaello o Barocci, né di un condottiero e statista come Federico da Montefeltro, ma di un pontefice che, grazie ad un lungo pontificato durato un ventennio, ha inciso in maniera significativa non solo nella storia della Chiesa ma anche sulle arti, sulla cultura e sulla vita sociale del tempo.

La mostra dedicata a Giovan Francesco Albani, divenuto pontefice con il nome di Clemente XI (1700-1721), intende ripercorrere le varie tappe del suo pontificato documentandole sia attraverso opere pittoriche e scultoree (saranno presenti realizzazioni di Carlo Maratti, di Pier Leone Ghezzi, Camillo Rusconi, Alessio De Marchis, Carlo Cignani, Giuseppe Chiari, Sebastiano Conca, Andrea Procaccini, Francesco Trevisani, Luigi Vanvitelli, ecc.) sia tramite una varietà di altri documenti quali: mobili, monete e medaglie, paramenti sacri, le straordinarie suppellettili liturgiche frutto dell'ingegno orafo romano, fino agli oggetti più comuni o personali del pontefice stesso.

Si tratta di un'occasione straordinaria in cui viene presentato lo spaccato di un'epoca - i primi decenni del Settecento - ancora bisognosa di studi e approfondimenti.

Non è trascurato neppure il rapporto che il papa ha mantenuto, seppure a distanza, con la sua città natale.
Alcune sezioni della mostra infatti sono riservate proprio alla presentazione di quel mecenatismo di alta qualità che ha caratterizzato non solo il pontefice ma anche la sua famiglia e in particolare il nipote cardinale Annibale; un mecenatismo che ha fatto confluire in Urbino un numero consistente di opere d'arte che ha influito non poco nella vita culturale della città e del territorio.

L'architettura infine trova uno spazio adeguato nella mostra che presenta per la prima volta una lettura documentata e sistematica del grande fervore edilizio che ha segnato gli inizi del secolo in Urbino sia attraverso l'opera di architetti locali sia grazie al contributo di personaggi, quale Alessandro Specchi, inviati appositamente da Papa Albani per abbellire la sua città.

Dopo l'esposizione estiva urbinate la mostra sarà trasferita a Roma, nell'autunno-inverno 2001-2002, presso il complesso monumentale di San Michele, in quella stessa sede voluta dal pontefice per fornire ai giovani sbandati una formazione non solo spirituale ma anche professionale.

Numerosi saggi forniscono dettagli specifici sui vari aspetti culturali arricchendo ulteriormente il catalogo già denso di immagini e documenti.

Enti promotori
La mostra - posta sotto l'Alto Patronato del Presidente della Repubblica e della Pontificia Commissione per i Beni Culturali della Chiesa - è promossa dalla Arcidiocesi di Urbino, Urbania, Sant'Angelo in Vado con la partecipazione di: Direzione Generale del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Soprintendenza per i Beni Artistici e Storici delle Marche - Urbino, Soprintendenza per i Beni Artistici e Storici di Roma - Roma, Regione Marche, Provincia di Pesaro e Urbino, Comune di Urbino, Università degli Studi di Urbino, Accademia Raffaello, Legato Albani - Urbino, Fondazione Cassa di Risparmio di Pesaro.

Comitato Scientifico
Luciano Arcangeli, Giuseppe Cucco, Paolo Dal Poggetto, Elisa Debenedetti, Anna Lo Bianco, Lorenza Mochi Onori, Angela Negro, Franco Negroni, Stella Rudolph, Claudio Strinati.

Dal 25 ottobre 2001 al 13 gennaio 2002 la mostra sarà ospitata presso la Chiesa del SS. Salvatore, Complesso Monumentale di San Michele, Roma

Segreteria e organizzazione
Ingenia s.r.l., Via Bixio 26, 61100 Pesaro
Tel. +39 0721 370956, Fax 0721 377105
e-mail: ingenia@pesaro.com

Per informazioni e comunicazioni
Ufficio Stampa
Resp. dott.ssa Iole Siena tel. 0339/8371343


PALAZZO DEL COLLEGIO ALBANI
Piazza della Repubblica, Urbino

  Share
IN ARCHIVIO [2]
Gianni Del Bue
dal 2/8/2008 al 21/9/2008

Attiva la tua LINEA DIRETTA con questa sede