Museo Stauros d'Arte Sacra Contemporanea
Isola del Gran Sasso (TE)
Contrada San Gabriele, 187 (Santuario di san Gabriele dell'Addolorata)
0861 975727 FAX 0861 9772520
WEB - EMAIL - LINEA DIRETTA
Biennale d'Arte Sacra Contemporanea
dal 20/7/2002 al 29/9/2002
WEB - EMAIL
Segnalato da

STUDIO ESSECI




 
Invia
 ::  playlist  ::  calendario eventi




20/7/2002

Biennale d'Arte Sacra Contemporanea

Museo Stauros d'Arte Sacra Contemporanea, Isola del Gran Sasso (TE)

Nel segno della luce. Epifania del sacro e apertura al trascendente nell'arte contemporanea. Piu' di cento grandi opere, in gran parte installazioni, molte create per l'occasione, attraverso cui alcuni fra i maggiori artisti contemporanei si sono misurati con il suggestivo tema proposto.


comunicato stampa

"NEL SEGNO DELLA LUCE, EPIFANIA DEL SACRO E APERTURA AL TRASCENDENTE NELL'ARTE CONTEMPORANEA"

Cultura e fede, Arte e Chiesa a confronto.

Storici e critici d'arte, teologi e filosofi dialogano sulla luce.

Luciano Caramel e Carlo Chenis curatori della X Biennale d'Arte Sacra Contemporanea della Fondazione Staurós Italiana Onlus, e con loro Giuseppe Billi e Cecilia De Carli ovvero critici d'arte, filosofi e teologi cristiani si confrontano e dialogano -per una rinnovata collaborazione tra arte e fede nella Chiesa- con i protagonisti dell'arte contemporanea intorno al tema della luce come segno di trascendenza.

Ne è nata l'edizione del ventennale della Biennale d'Arte Sacra Contemporanea che si terrà a San Gabriele - Isola del Gran Sasso (Teramo), nel popolare santuario che sorge a quota 400 metri nel cuore del Parco Nazionale del Gran Sasso.

All'interno del Museo Staurós d'Arte Sacra Contemporanea, che è annesso al Santuario, e negli ampi spazi circostanti il complesso monumentale, dal 20 luglio al 29 settembre si concentreranno più di cento grandi opere, in gran parte installazioni, molte create per l'occasione, attraverso cui alcuni fra i maggiori artisti contemporanei si sono misurati con il suggestivo tema proposto.

Molti gli artisti coinvolti, soprattutto italiani, ma anche di altri paesi, spesso di gran fama, scelti tra quanti sono attivamente partecipi nella contemporaneità. Tra questi gli statunitensi Dan Flavin, di cui verrà documentata l'istallazione per Santa Maria in Chiesa Rossa di Milano, Robert Morris, che realizzerà un altare e una vetrata, Andres Serrano, Beverly Pepper. O, tra gli architetti autori di progetti di chiese nelle quali il ruolo della luce è primario, il giapponese Tadao Ando, il portoghese Alvar Siza, l'americano Richard Meier. Tra gli italiani, Enrico Cattaneo, Angelo Mangiarotti, Bruno Morassutti e Richino Castiglioni, ancora nel campo dell'architettura, con pittori scultori e videoartisti quali Margherita Abbozzo, Bizhan Bassiri, Joseph Beuys, Mariella Bettineschi, Franco Bianchetti, Mario Bottinelli Montandon, Antonino Bove, Umberto Buscioni, Claudio Carli, Tommaso Cascella, Angelo Casciello, Pino Castagna, Bruno Ceccobelli, Giuseppe Chiari, Marco Cingolani, Piergiorgio Colombara, Fabrizio Corneli, Lamberto Correggiari, Ugolino Da Belluno, Gino De Dominicis, Enzo Esposito, Paolo Fabiani, Stefania Fabrizi, Laura Facchini, Gigino Falconi, Ricky Ferrero, Gabriella Furlani, Giuliano Giuliani, Giuliano Giuman, Franco Ionda, Yves Klein, Jannis Kounellis, Francesco Landucci, Sol Lewit, Massimo Lippi, Carlo Lorenzetti, Nino Luca, Lorenzo Mangili, Armando Marrocco, Sandro Martini, Eliseo Mattiacci, Maurizio Mochetti, Mauro Molinari, Vik Muniz, Franco Nocera, Mimmo Paladino, Nello Palloni, Gina Pane, Amalia Panigati, Franco Patruno, Bruno Querci, Oliviero Rainaldi, Ascanio Renda, Fiorella Rizzo, Costantino Ruggeri, Mark Ivan Rupnik, Sebastião Salgado, Enrico Savelli, Ettore Spaletti, Guido Strazza, Primo Tamagnini, Gino Tavernini, Renzo Tieri, Tito, Barbara Tutino, Valentino Vago, Laura Viliani, Wolf Vostell.

Alcuni di questi artisti hanno accettato di portare alla Biennale progetti o bozzetti di nuove vetrate, o direttamente delle nuove vetrate, che saranno accostate ad esempi celebri di vetrate di maestri del passato: di Jean Bazaine, al quale verrà dedicato un omaggio, Alfred Manessier, Marc Chagall, Henri Matisse (che avrà gli arredi creati per la Cappella di Vence), Mario Radice, Mauro Reggiani, Bruno Saetti, Luigi Veronesi, Léon Zack.

Il visitatore sarà coinvolto in un succedersi di eventi e proposte in cui l'arte contemporanea, protagonista della manifestazione, richiamerà dapprima l'attenzione sulla creazione, inserendosi nello splendore del paesaggio della catena del Gran Sasso, e quindi sull'incontro redentivo del credente con Cristo. Non perciò l'arte come illustrazione, narrazione di un rapporto, ma come momento flagrante di quel rapporto, nel segno della luce.

La Biennale sarà accompagnata da un catalogo pubblicato dall'Edizioni Staurós di San Gabriele, a cura di Luciano Caramel e Carlo Chenis, con saggi di vari autori, tra i quali Giuseppe Billi, Bruno Corà, Cecilia De Carli, Andrea Dell'Asta, Stefania Gori, Francesca Minnini, Carmela Perucchetti, Giandomenico Semeraro. nonché illustrazioni delle opere esposte, schede e regesti.

Vernice per la Stampa: 20 luglio 2002 ore 10,30

Inaugurazione: 20 luglio 2002 ore 18.00

orario:10-13 - 14-19. Ingresso libero

organizzazione: Fondazione Staurós Italiana Onlus - San Gabriele (Te)

curatori: Luciano Caramel e Carlo Chenis
con la collaborazione di Giuseppe Billi e Cecilia De Carli.

Catalogo edito da Edizioni Staurós

Per informazioni: tel. 0861.975727

Ufficio Stampa:
Studio Esseci - Sergio Campagnolo tel. 049.663499 fax 049.655098
e-mail: info@studioesseci.net

Museo Staurós d'arte sacra contemporanea - Santuario di San Gabriele - Isola del Gran Sasso (TE)

  Share
IN ARCHIVIO [10]
Quindicesima Biennale d'Arte Sacra
dal 11/3/2012 al 30/6/2012

Attiva la tua LINEA DIRETTA con questa sede